calcio

Napoli-Juventus, le storie nella storia: fra ASL, tradimenti, mercato, tortellini e auto usate…

Redazione Il Posticipo

Tanti protagonisti celebri, qualcuno un po' meno. Ma per tutti i napoletani, Alessandro Renica è l'ammazza-Juventus. Strano, per chi giocava da libero, ma il due volte campione d'Italia si rende protagonista di due momenti leggendari contro la Signora. Il primo è nel marzo 1987, con il Napoli che vuole allungare sulle inseguitrici verso lo scudetto. E ci riesce, battendo la Juventus per 2-1, grazie proprio a una punizione di Renica e...a una papera di Tacconi. E i due si ritrovano di fronte nel 1989, durante un quarto di finale di Coppa UEFA che è leggenda. All'andata la Juventus vince 2-0 a Torino, al ritorno finisce 2-0 e si va ai supplementari. Manca un solo minuto ai calci di rigore, quando il colpo di testa di un difensore azzurro finisce in rete e fa esplodere la gioia dei tifosi. Chi ha segnato? Neanche a dirlo, proprio Renica...