calcio

Napoli-Fiorentina, la partita di Edmundo: le follie dell'”Animale” che preferì il carnevale allo scudetto

Redazione Il Posticipo

Dopo l’addio a Firenze, il rientro in Italia è solo rimandato. Torna nel 2000, per provare a salvare il Napoli. L’impresa non riesce e gli azzurri retrocederanno in serie B all’ultima giornata. Per uno scherzo del destino la condanna arriva all’ultima giornata, al Franchi di Firenze, nonostante la sua rete al 90’. Il suo pianto dirotto dopo la sentenza del campo lo farà entrare nel cuore dei tifosi del Napoli. Curioso anche quanto acccade durante quel campionato. Al Menti, i tifosi lo provocano e qualcuno gli lancia una mela. O Animal gradisce: e la mangia in campo.