Coronavirus, Nadal fa eco a Messi: “Nulla sarà come prima, le decisioni sono politicizzate”

Il tennista analizza gli scenari legati alla pandemia e al mondo dello sport. E non solo.

di Redazione Il Posticipo

Nadal fa eco a Messi. Il tennista spagnolo, considerato uno dei migliori atleti della storia del paese iberico ha rilasciato alcune impressioni a El Pais Semanal. E le sue parole sono state riportate dal Mundo Deportivo.

PANDEMIA – Il maiorchino ha espresso il proprio punto di vista su come la pandemia cambierà la vita e lo sport. E non è banale. “In un mondo ideale, sarebbe molto positivo che, in una situazione come quella attualmente in atto, i migliori esperti prendessero le decisioni in ogni campo e senza alcuna aspirazione o strumentalizzazione  politica. Siamo in un momento così delicato che tutto diventa politicizzato. Non mi interessano i partiti politici né i loro esponenti. Spero solo che si trovi una soluzione e una cura. E che si riducano al minor numero possibile sia i morti che i danni generati all’economia. Il problema è che chi prende le decisioni, sfortunatamente, lo fa sempre in funzione delle prossime elezioni”.

NORMALITÀ – Lo sport cerca di trovare una sua normalità. “Non credo nella “nuova normalità”. Io sogno gli stadi pieni perché è così che mi piace vederli. Serve essere molto pazienti, nella ricerca del vaccino. Nel frattempo accetteremo la nuova situazione. Però a me piace vedere la gente, abbracciarla, e dobbiamo nuovamente cercare di tornare a dove eravamo prima. Non possiamo accontentarci solo di convivere accettando distanze sociali e confinamenti”. Il futuro lo preoccupa: “Credo ci attenda un periodo molto complicato e solo l’esperienza e la competenza possono aiutarci a uscirne. Ho opinioni molto chiare, ma sfortunatamente non riesco pronunciarmi sul fatto che le cose vengano fatte bene, molto bene, male o malissimo perché la realtà è  che tutto è riportato nel contesto di un problema politico”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy