Monza, niente tatuaggi? In quanto a divieti, Berlusconi…è un dilettante

L’ex presidente del Milan, ora al Monza, lancia le regole che i suoi nuovi calciatori dovranno rispettare. Vietati tatuaggi, orecchini e barbe lunghe. Ma il Cavaliere non raggiunge certo i livelli di alcuni divieti…particolarmente assurdi.

di Redazione Il Posticipo

LE REGOLE DI SILVIO

 

aron-gunnarsson-iceland-22062016_osyxzdu9ble71sp6v8afyqs0e (1)

Capelli in ordine, niente barba, niente orecchini e mi raccomando, zero tatuaggi. Chi vuole giocare con il nuovo Monza di Berlusconi deve sapere come comportarsi, ma anche come presentarsi. Il Cavaliere ha posto parecchi paletti, soprattutto dal punto di vista estetico, ma è rimasto comunque nei grandi classici. Al contrario di alcuni altri casi, in cui a essere proibite sono state cose assurde. Certo, di solito a lanciare i divieti è l’allenatore. Ma nel caso di Berlusconi, si può anche soprassedere…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy