calcio

Mastour, Badstuber e gli altri: da un futuro luminoso a un presente grigio

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Troppo bravo per le giovanili, mai abbastanza per la prima squadra. I primi anni di carriera di Livaja, sono stati un continuo vai e vieni tra i grandi e i piccoli. Hajduk Spalato, Cesena e Inter. Un attaccante con delle qualità importanti, che ha trovato nell'Atalanta la prima grande possibilità in carriera. Per un anno. La Dea, infatti, decide di non tenerlo, ed inizia l'avventura europea del croato, che nonostante il talento non riesce a fermarsi per più di una stagione nelle squadre che lo accolgono. L'unica a rompere la maledizione è l'AEK Atene, dove gioca dal 2017 al 2021. Ora è all'Hajduk Spalato.