Martinelli e il dubbio azzurro dei naturalizzati: i sì e i no all’Italia, tra sogni raggiunti e tradimenti clamorosi

Martinelli e il dubbio azzurro dei naturalizzati: i sì e i no all’Italia, tra sogni raggiunti e tradimenti clamorosi

Non sono pochi i calciatori stranieri naturalizzati italiani in grado di poter giocare con la maglia Azzurra. Alcuni hanno accettato l’invito, altri hanno cambiato idea in corso d’opera, altri ancora, invece, non hanno voluto tradire il proprio paese. Cosa farà il giovane attaccante dell’Arsenal?

di Redazione Il Posticipo

Dubbio

Sono tanti i calciatori di nazionalità diversa ma con origini italiane, in grado, quindi, di poter vestire la maglia della Nazionale. Alcuni accettano l’invito con piacere. Altri, invece, decidono di rimanere fedeli al loro paese natio. Negli ultimi anni, sono tante le volte che l’Italia è stata sedotta e abbandonata da diversi calciatori. Chissà dunque quale sarà la scelta di Gabriel Martinelli, giovanissimo e promettente attaccante brasiliano dell’Arsenal, con cognome italianissimo e doppio passaporto. In un’intervista ha spiegato di sognare la Seleçao, ma non ha escluso di vestire l’azzurro, se la chiamata di Mancini dovesse arrivare prima di quella di Tite. L’ennesimo caso di una lunga lista, che comprende dei sì, dei no e qualche tradimento clamoroso…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy