Ma quali Lewandowski e Mbappè… Ecco i marcatori più improbabili delle finali di Champions League

Considerando che la finalissima non è una partita come le altre, non è prudente scommettere su marcatori ‘banali’ come Lewandowski, Gnabry, Mbappè o Neymar. Anzi, meglio provare con il marcatore a sorpresa anche perché ci sono diversi precedenti di marcatori inaspettati nelle finali di questa competizione.

di Redazione Il Posticipo

Vecchia conoscenza

(Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

Passano altri due anni e siamo al 2004. Si tratta proprio dell’edizione vinta dal Porto di Josè Mourinho alla Veltins Arena di Gelsenkirchen di fronte al Monaco di Didier Deschamps. E se il gol d’apertura lo segna il solito Carlos Alberto e il raddoppio lo sigla il fuoriclasse Deco, il terzo gol arriva da colui che subentra proprio al posto del primo marcatore. Una vecchia conoscenza della Serie A, tra l’altro: Dmitrij Alenichev. Più inaspettato di una riserva scartata dal nostro campionato?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy