calcio

L’Italia di Mancini, ma non solo: ecco quando l’indisciplina…è costata la nazionale

Redazione Il Posticipo

Un caso più unico che raro. Cantona è un campione, gioca nello United, trascina i Red Devils in Premier ma non riesce, incredibile, a giocare in una Francia che non è ancora la potenza che diventerà. Certo, magari l’idea di dare del “sacco di m***a” al CT Henri Michel magari ha qualcosa a che fare con l’ostracismo. La Francia del post-Platini non lo prende in considerazione e commette un grave errore. I Blues bucano la qualificazione sia nel 1990 che nel 1994, quando il francese è al top. Nel 1997, nonostante Jacquet gli voglia costruire la nazionale attorno, decide di ritirarsi. Beffa delle beffe, la Coppa del Mondo si fa un giro per i Campi Elisi e Cantona rimane a guardare.