La maledizione del PSG degli sceicchi: un assegno…da 1300 milioni per non vincere neanche una Champions

Il Paris Saint-Germain vede messa a rischio la qualificazione alla prossima fase della Champions League. Sarebbe l’ennesima conferma del fatto che da quando è iniziata l’era Al-Khelaifi, Il PSG ha speso tanto e…ottenuto poco in Europa. Dal 2011-12 ad oggi tanti, tantissimi soldi investiti, ma mai la vittoria continentale…

di Redazione Il Posticipo

2011/12

(Photo by Stephane Reix/For Picture/Corbis via Getty Images)

L’inseguimento del Psg alla gloria inizia… con la stagione 2011-12. Quell’anno l’acquisto più importante è stato Javier Pastore (circa 42 milioni di euro). Ma è un mercato di grandi nomi: Thiago Motta (poco più di 12 milioni), Kevin Gameiro (11), Mohamed Sissoko (8), Jeremy Menez (8), Blaise Matudi (8), Alex (45), Salvatore Sirigu (4) e Maxwell (poco più di 3). Quell’anno arrivano anche Milan BisevacDiego Lugano per irrobustire la difesa. Spesa totale sui 107 milioni di euro. Risultati? Deludenti! La squadra arriva seconda in campionato dietro il Montpellier e non riesce neanche a superare la fase a gironi di Europa League (avanti Athletic Bilbao e Salisburgo, fuori anche lo Slovan Bratislava).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy