La forza straripante del Boa: muscoli, gossip e follie

“Se fossi al posto di Messi, andrei al Napoli in onore di Maradona”. “Se fossi stato serio avrei giocato 10 anni al Real Madrid”. Pensieri e parole di Kevin-Prince Boateng, per tutti “Boa”, stella del Monza. Uno abituato a stritolare avversari. E che, per sua stessa ammissione, è stato “il re” delle follie…

di Redazione Il Posticipo

BOA

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

“Se fossi al posto di Messi, andrei al Napoli in onore di Maradona”. Una frase particolare, ma non per chi in carriera ha detto cose come “i soldi sono una maledizione, nel calcio siamo solo numeri” e “se fossi stato serio avrei giocato 10 anni al Real Madrid”. Pensieri e parole di Kevin-Prince Boateng, per tutti “Boa”, stella del Monza di Berlusconi e Galliani. Uno abituato a stritolare avversari con quel cambio di passo che gli ha permesso di asfaltare intere difese. Ma per sua stessa ammissione, Boateng è stato a lungo anche il re delle follie: “A 19 anni guidi una Mercedes e ti accontenti, non fai allenamenti extra, giochi alla PlayStation e pensi a Instagram. Prima lo facevo anche io ma oggi non te lo puoi più permettere”. E fra dischi, matrimoni e…kebab gli aneddoti non mancano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy