La fascia della discordia: quando un capitano divide invece di unire

Aldair, leggenda romanista, si racconta e spiega di aver lasciato la fascia di capitano, che gli era stata assegnata, a Francesco Totti. Ma spesso accade che la fascia sia in grado di catalizzare gelosie e rancori, fino a far esplodere persino squadre che sembravano unitissime…

di Redazione Il Posticipo

Un capitano

Aldair, leggenda romanista, si racconta e spiega di aver lasciato la fascia di capitano, che gli era stata assegnata, a Francesco Totti. Secondo il brasiliano, il numero 10 era la persona più meritevole del simbolo della leadership. Una scelta azzeccata, che ha unito ancora di più lo spogliatoio giallorosso e che ha contribuito alla leggenda del campione del mondo 2006, che della Roma diventa il Capitano con tanto di C maiuscola. Ma spesso accade che la fascia sia in grado di catalizzare gelosie e rancori, fino a far esplodere persino squadre che sembravano unitissime. Gli esempi, nella storia del calcio mondiale, non mancano di certo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy