calcio

La bottiglia, il nemico di molti calciatori: Rooney, O’Neill, Best, Gazza e tanti altri…

Le rivelazioni di Rooney sull'alcol fanno scalpore, ma la partita con il vizio della bottiglia è difficile da vincere. C'è chi ha saputo controllarsi e gestirsi. Chi ha provato a guarire e chi ha sprecato il proprio talento...

Redazione Il Posticipo

BIRMINGHAM, ENGLAND - DECEMBER 29: Wayne Rooney the interim manager of Derby County during the Sky Bet Championship match between Birmingham City and Derby County at St Andrew's Trillion Trophy Stadium on December 29, 2020 in Birmingham, England. (Photo by Michael Steele/Getty Images)

Tra le tante rivelazioni fatte da Wayne Rooney nel documentario che lo riguarda, ce ne sono alcune sul suo rapporto con l'alcol. L'inglese ha spiegato di aver avuto problemi e che a volte si è davvero ridotto male dedicandosi troppo la bottiglia dopo alcuni momenti complicati in cui non ha saputo gestire la pressione. E anche sua moglie Coleen sa quanto sia difficile affrontare la situazione, considerando che ora pretende sempre che quando suo marito esce ci sia accanto all'allenatore del Derby County qualcuno in grado di farlo trattenere dal bere troppo. Assurdo? Non troppo, perchè la partita con il vizio della bottiglia è un demone difficile da vincere, anche per i più grandi di sempre. C'è chi ha saputo controllarsi e gestirsi, chi ha provato a guarire ma anche chi ha sprecato il proprio talento e ha messo a rischio la vita...