calcio

Klopp e Simeone, ma non solo: allenatori agli antipodi, quando il calcio è anche filosofia…

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Clive Mason/Getty Images)

La bellezza contro la praticità. L’Arsenal degli Invincibili domina perché è bello, o viceversa. Lo United dei Fergie boys è meno accattivante, ma altrettanto efficace. Il tecnico scozzese è avaro nel concedere spettacolo. Si diverte solo vincendo, evidentemente. Straordinario gestore di uomini e risorse, ha un solo dio, il risultato. E ne sacrifica all’altare lo spettacolo, se necessario. Wenger è più barocco. La differenza fra i due si avverte soprattutto in Europa. Ferguson vince molto anche oltre confine. Wenger, una coppetta, la porta spesso a casa ma è sempre organizzata in Inghilterra.