calcio

Juventus, occhio a lasciare andare i giovani: ecco i grandi rimpianti bianconeri, esplosi dopo l’addio

Redazione Il Posticipo

 LISBON, PORTUGAL - AUGUST 23: Kingsley Coman of FC Bayern Munich celebrates after scoring his team's first goal during the UEFA Champions League Final match between Paris Saint-Germain and Bayern Munich at Estadio do Sport Lisboa e Benfica on August 23, 2020 in Lisbon, Portugal. (Photo by Miguel A. Lopes/Pool via Getty Images)

Chi sa cosa avranno pensato i tifosi della Juventus, storicamente non fortunatissima in finale di Champions, quando Coman, ex bianconero ha segnato la rete che ha regalato il trofeo al Bayern nel 2020. Il ragazzo arriva a Torino poco più che maggiorenne, a parametro zero. Un colpo alla Marotta che, ironia della sorte, lo sottrae proprio al PSG. Allegri lo apprezza molto ma gioca poco. Il Bayern arriva con 28 milioni. Una plusvalenza importantissima. La Juve lo lascia andare e all'inizio nessuno se ne pente. Il ragazzo è tartassato dagli infortuni, sebbene la classe non di discuta. Poi però quando trova continuità mostra tutte le sue doti. E alimenta più di qualche rimpianto.