calcio

Juventus, occhio a lasciare andare i giovani: ecco i grandi rimpianti bianconeri, esplosi dopo l’addio

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Un errore può costare caro. Lo scopre Mimmo Criscito, che non controllando a dovere Totti in un match contro la Roma perde il posto in squadra e comincia a essere sballottato tra Torino e Genova, sponda rossoblù. Alla fine viene ceduto a titolo definitivo, ma fa in tempo a diventare un difensore molto affidabile e a guadagnarsi anche la Nazionale. E poi Mimmo diventa bandiera di ben due squadre: il Grifone, dove è tornato prendendo la fascia di capitano, e...lo Zenit San Pietroburgo, dove è un idolo assoluto dopo i sette anni in riva alla Neva.