calcio

Italia, (di nuovo) anno zero. Quanto fanno rumore le cadute degli dei…

Redazione Il Posticipo

Il Brasile fa storia a sè, come sempre. Nel 1966 il grande ciclo verdeoro sembra finito. Il mondiale lo vince l'Inghilterra padrona di casa e Pelè e compagni, bicampioni in carica, salutano al primo turno. Una sola vittoria, firmata dalla Perla Nera contro la Bulgaria, prima dell'infortunio. L'Ungheria e il Portogallo di Eusebio escludono il Brasile dalla fase successiva e pare che il domino sia terminato. Ma quattro anni dopo, come l'araba fenice, la squadra verdeoro rinasce e porta a casa il terzo Mondiale. Per il Brasile, insomma, l'anno zero...non esiste.