calcio

Italia, (di nuovo) anno zero. Quanto fanno rumore le cadute degli dei…

Redazione Il Posticipo

Non c'è due senza tre. Dopo aver essere usciti al primo turno al Mondiale 2018 e aver rischiato la retrocessione nella prima Nations League, la Germania non fa questa bellissima figura agli Europei e certifica uno stato di crisi innegabile. La squadra di Löw (che infatti lascia a fine torneo il posto a Flick) è lontanissima parente di quella che nel 2014 ha vinto la Coppa del Mondo in Brasile e che sembrava destinata ad aprire un ciclo vincente e duraturo.