calcio

Il Verona e gli altri… voli delle “piccole”: c’è chi è arrivato in Champions e chi…ha vinto lo scudetto

Il Verona campione d'Italia 1984/85 saluta il suo DS, Emiliano Mascetti, tra i protagonisti di una delle storie di calcio più affascinanti degli ultimi decenni. Del resto, succede che le piccole a volte decidano di spiccare il volo...

Redazione Il Posticipo

TURIN, ITALY - FEBRUARY 24: Juventus player Antonio Cabrini during Juventus - Hellas Verona on february 24, 1985 in Turin, Italy. (Photo by Juventus FC - Archive/Juventus FC via Getty Images)

Ogni tifoso italiano, veronese o no, ricorderà lo storico, anzi, quasi fiabesco scudetto dell'Hellas Verona nella stagione 1984/85 con protagonisti Osvaldo Bagnoli in panchina, Elkjaer in campo ed Emiliano Mascetti, bandiera del club appena venuta a mancare, dietro la scrivania da D.S.. I gialloblù, a fine stagione, raccolgono il meritatissimo premio lasciandosi alle spalle il Torino a 4 punti di distanza. Insomma, una stagione da sogno che porta per la prima volta il titolo nazionale in Veneto. Due sole sconfitte in campionato e non contro una "big": solo l'Avellino e il Torino riescono a portarsi a casa l'intera posta in palio contro i veneti. Del resto, succede che le piccole a volte decidano di spiccare il volo. E a volte, si innalzano altissime...