calcio

Il segreto bianconero: Juventus, quante teste calde raffreddate e…vincenti

Nessuna squadra come la Juventus riesce ad ammansire e "raffreddare" animi e teste calde. Anche i calciatori più esuberanti hanno dovuto allinearsi allo stile bianconero. Del resto, a Torino funziona così...

Redazione Il Posticipo

ROME, ITALY - MAY 11:  Pablo Daniel Osvaldo of Juventus celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between AS Roma and Juventus at Stadio Olimpico on May 11, 2014 in Rome, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
 (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Torino, città dallo stile sabaudo. In questo senso, nessuna squadra come la Juventus riesce ad ammansire e "raffreddare" calciatori dagli animi fumantini. Si potrebbe parlare di Effetto Juventus: una lunga serie di teste calde...raffreddate e vincenti. Dybala, McKennie e Arthur potranno meditare sui loro errori. Del Resto Del resto, a Torino funziona così. E nel corso degli anni persino calciatori decisamente esuberanti in bianconero si sono allineati alle rigide regole sabaude.  Basti pensare a Bendtner, noto per parecchi comportamenti al di sopra delle righe che a Torino passa inosservato.  E non è il solo.

Potresti esserti perso