Il giorno della verità azzurra: verso la gloria o no? La storia degli esordi dice che…

La nazionale di Roberto Mancini ha la possibilità di provare a qualificarsi per le finals della Nations League e riscattare la delusione della mancata qualificazione ai mondiali russi del 2018. Ma la storia, parlando delle prime volte in una nuova competizione, da che parte sta?

di Redazione Il Posticipo

Nations League

(Photo by Claudio Villa/Getty Images)
(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

L’Italia ha l’occasione di mettere un tassello importante nella storia della nazionale: provare a ottenere la prima qualificazione alla fase successiva della Nations League. Il Girone 3 insieme a Polonia e Portogallo ha visto gli azzurri assaggiare tutti i possibili risultati: una vittoria, un pareggio e una sconfitta e a San Siro, un bell’amuleto per la nazionale, la squadra di Mancini ha la possibilità di fare del suo meglio, di cercare i tre punti. E poi, inevitabilmente, aspettare di vedere cosa ne sarà dell’ultimo match tra i lusitani e i polacchi. A Milano, comunque i precedenti sono favorevoli ma sono ce ne sono altri da analizzare: quelli nelle altre competizioni internazionali. Come si comporta l’Italia all’esordio in un nuovo torneo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy