calcio

Il coraggio dei campioni: Josh Cavallo e gli altri, il coming out che abbatte i muri del pregiudizio

Josh Cavallo diventa il primo calciatore in attività a fare coming out. Un atto di coraggio e soprattutto l'inizio di un percorso complicato, soprattutto visto l'ambiente in cui si vive e si lavora...

Redazione Il Posticipo

MAINZ, GERMANY - SEPTEMBER 26: Thomas Hitzlsperger, Head Coach of VfB Stuttgart is interviewed prior to the Bundesliga match between 1. FSV Mainz 05 and VfB Stuttgart at Opel Arena on September 26, 2020 in Mainz, Germany. 3,400 fans have been allowed into the stadium as COVID-19 restrictions ease. (Photo by Christian Kaspar-Bartke/Getty Images)

Quando si parla di omosessualità, soprattutto negli sport di squadra, si tocca un argomento delicato. E in molti hanno sottolineato quanto timore ci sia da parte dei colleghi nel dichiarare la propria omosessualità, invitando a non avere paura. Eppure le parole con cui Josh Cavallo diventa il primo calciatore in attività a fare coming out sono state: “Mi sono sempre nascosto perché mi vergognavo". L'australiano infrange un muro e diventa la bandiera dei calciatori che non trovano il coraggio di esporsi all’interno di un ambiente che più di tutti sembra restio ad accettare l’idea di omosessualità. Ecco gli altri che l'hanno fatto dopo essersi ritirati, combattendo i pregiudizi e lottando per i diritti di tutti.