I Luiz Felipe… all’incontrario: i giovani sudamericani arrivati con la fanfara e ripartiti da flop

I Luiz Felipe… all’incontrario: i giovani sudamericani arrivati con la fanfara e ripartiti da flop

Luiz Felipe, arrivato alla Lazio in sordina, si è preso la squadra di Inzaghi. Una storia che la dice lunga su come spesso e volentieri le aspettative vengano sovvertite, nel bene e nel male. Tanti giovani sudamericani sono arrivati in A sognando di diventare grandi, ma poi hanno lasciato il segno solo come bidoni…

di Redazione Il Posticipo

Fuori rosa

Brilla nella Lazio la stella di Luiz Felipe. Il ventiduenne difensore brasiliano, arrivato in sordina ormai più di tre anni fa, si è trasformato da emerito sconosciuto in figura chiave per la squadra di Inzaghi. Una storia che la dice lunga su come spesso e volentieri le aspettative vengano sovvertite, nel bene e nel male. Sono tanti infatti i sudamericani che sono arrivati in A sognando di diventare grandi, ma che poi hanno lasciato il segno solo come bidoni. La Lazio, in questo senso, può vantare Gonzalo Barreto, uruguaiano diciottenne acquistato nel 2010 con contratto quinquennale, che però riesce quasi subito a rifiutare il prestito alla Salernitana finendo fuori rosa. Ora gioca in Paraguay, ma non è certo l’unico della lista dei… Luiz Felipe all’incontrario.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy