calcio

I Giuda del pallone: Conte e gli altri, indesiderati nella propria città e persino…in famiglia

Redazione Il Posticipo

Cosa c'è di peggio che non essere sopportati nella propria città? Beh, sentirsi indesiderati...in famiglia. Mauro Zarate riesce nell'impresa di inimicarsi una intera tifoseria, compresi i suoi fratelli. A casa Zarate tifano tutti Velez e quando Mauro abbandona il club per accasarsi, udite udite, all'odiato Boca, i tifosi bruciano le sue maglie. Ma va anche peggio dentro casa, perchè la famiglia esplode: "Per noi è come se fosse morto". Quando poi l'ex Lazio ha l'ottima idea di segnare e anche esultare contro il Velez, il fratello non ci vede più dalla rabbia e si sfoga su Instagram: "Che vergogna avere il tuo stesso sangue... I traditori vanno impiccati!".

Potresti esserti perso