calcio

I Giuda del pallone: Conte e gli altri, indesiderati nella propria città e persino…in famiglia

Redazione Il Posticipo

"Non giocherò mai con il Manchester United". Questo tipo di previsioni, si sa, non finisce mai bene. E AlanSmith lo impara sulla sua pelle. L'attaccante nato nei sobborghi di Leeds diventa una stella con la squadra della sua città, ma la situazione economica del club collassa e arriva la retrocessione. Per il biondissimo calciatore tante lacrime a Elland Road e poi...un rapido viaggio a Old Trafford, con tanto di presentazione accanto a Sir Alex Ferguson. E per tutta Leeds, Smith diventa "Giuda", al punto che quando nel 2006 si rompe la caviglia e resta fermo nove mesi molti tifosi festeggiano nei pub cittadini.

Potresti esserti perso