calcio

I due Henry e gli altri…omonimi del pallone: i Sergio Ramos, gli Sheva, i Pelè e i Del Piero…

Redazione Il Posticipo

 (Getty Images)

Mykyta Shevchenko, a differenza dell’illustre omonimo, i gol non li fa. Piuttosto li evita, visto che è un portiere ucraino classe 1993 ed è cresciuto nello Shakthar. Rintracciabile cercando Zorya Luhansk. Nessuna grande esperienza internazionale sinora, ma la carta d'identità, intesa come età, lo aiuta. Anche perché ora il suo il suo celebre omonimo è il commissario tecnico della nazionale e potrebbe anche decidere di...fare il suo nome. Non è comunque l'unico "Sheva". Ce ne sono altri 29, più o meno a caccia di fortuna come Oleksii (Shakthar), Evgeni (Dinamo Minsk), Gleb (Slavia Mozyr)...