calcio

Hauge, De Ligt e non solo: i “ragazzi del ’99” si prendono la scena in Italia e in Europa

Per tutto il secolo scorso, i "ragazzi del '99" erano quelli che, dopo la sconfitta di Caporetto, sono stati chiamati alle armi durante la prima guerra mondiale. Ma adesso nel calcio ci sono i nuovi ragazzi, quelli di una nidiata piena di...

Redazione Il Posticipo

(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Per tutto il secolo scorso, i "ragazzi del '99" erano quelli che, dopo la sconfitta di Caporetto, sono stati chiamati alle armi giovanissimi durante la prima guerra mondiale. Ma adesso nel calcio ci sono i nuovi ragazzi, quelli di una nidiata piena di calciatori assai promettenti. E a Milano, sponda rossonera, la locuzione ha preso esattamente quel senso. Nella rosa del Milan c'è una foltissima rappresentanza della classe del 1999. Hanno fatto notizia in Europa League Diaz, Leao e Dalot, che hanno tutti e tre messo la loro firma sul tabellino nel match contro lo Sparta Praga, ma in un Milan molto verde ce ne sono anche altri, a partire da Donnarumma, per proseguire con Gabbia, Hauge e s Saelemaekers. E un po' ovunque i ragazzi del '99 si fanno valere.

Potresti esserti perso