calcio

Grazie maestro! Guardiola, Arteta e gli altri, prima amici, poi seguaci, infine colleghi e…avversari

Redazione Il Posticipo

Il maestro per eccellenza, anche se non ha avuto successi da un punto di vista dei trofei, è Zeman. Il tecnico boemo, nei primi anni 90, ha entusiasmato con il Foggia dei miracoli e si è lanciato nel grande calcio. E molti suoi interpreti sono diventati allenatori come Eusebio Di Francesco. Il tecnico nella scorsa stagione ha subito il terzo esonero in capo a pochi mesi. A Roma è rimasto inghiottito da una stagione nata male e finita peggio, ma ha anche portato la squadra a giocarsi una semifinale di Champions League. Alla Samp ha pagato un inizio da incubo e una difesa per niente registrata, così come al Verona.