calcio

Gollini e gli altri…fuggiti da casa: andare all’estero da giovanissimi funziona, ma non sempre

Gollini potrebbe andare in Inghilterra. Anzi, in realtà ci tornerebbe, visto che da giovanissimo è andato a cercare fortuna all'estero. Certo, non tutti gli... scappati di casa sono riusciti a fare la carriera di alto livello che si prospettava...

Redazione Il Posticipo

UDINE, ITALY - JUNE 28: Pierluigi Gollini of Atalanta BC gestures during the Serie A match between Udinese Calcio and Atalanta BC at Stadio Friuli on June 28, 2020 in Udine, Italy.  (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

C'è un portiere italiano che potrebbe andare a giocare in Inghilterra. Anzi, in realtà...ci tornerebbe. Si tratta di Pierluigi Gollini, nato a Bologna e trasferitosi a Ferrara a 14 anni nelle giovanili della Spal. Passa poi due anni nella primavera della Fiorentina e altri due in quella del Manchester United. Il ragazzo torna in patria giocando 29 partite con il Verona in due stagioni ma poi si decide a tornare in Inghilterra all'Aston Villa. Ma nel 2017, l'Atalanta lo riporta in patria e da lì comincerà la sua scalata, che ora potrebbe portarlo di nuovo in Premier, stavolta a difendere i pali del Tottenham. Ma quello di Gollini non è il solo caso di giocatori "scappati di casa". Certo, non tutti sono riusciti a fare la carriera di alto livello che si prospettava davanti a loro.