calcio

Golden Boy… ma non troppo: vincere il premio non è garanzia di futuro stellare!

Redazione Il Posticipo

Il primo vincitore, nel lontano 2003, è Rafael Van der Vaart, talento dell'Ajax. Il trequartista sembra destinato ad una carriera fologrante, tanto che prima si trasferisce in Bundesliga all'Amburgo e poi addirittura al Real Madrid. Ma tra infortuni e qualche scontro di troppo con i tecnici (tra cui Juande Ramos), il numero 10 delle merengues non riesce a esprimere tutto il suo potenziale. Fa bene al Tottenham, ma rimane comunque nel limbo degli incompiuti.