Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

Il Real paga il non aver trovato dei sostituti all’altezza per le due pietre angolari delle ultime stagioni. Complicato riuscire a rimpiazzare Zidane e Cristiano Ronaldo… Ma è possibile che un addio riesca a far crollare squadre che sembravano invincibili? Assolutamente sì…

di Redazione Il Posticipo

Adios

cristiano-ronaldo-left-real-madrid-manager-zinedine-zidane.

Di chi è la colpa del flop del Real Madrid? Su Marca, in un sondaggio molto lungo, ci sono pochi dubbi. Il punto dolente è stata la gestione sportiva. Il che, in poche parole, significa l’incapacità di trovare dei sostituti all’altezza per le due pietre angolari del Real delle ultime stagioni. Complicato riuscire a rimpiazzare Zidane e Cristiano Ronaldo ed evidentemente le scelte di Florentino Perez in questo senso non sono state saggissime. Ma è possibile che un addio (o in questo caso due) riesca a far crollare con tanta velocità squadre che sembravano delle corazzate invincibili? Assolutamente sì, lo dimostra la storia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy