Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

E ora, il Barça come farà? Se dovesse andarsene Leo Messi, i blaugrana si ritroverebbero senza il calciatore che più di tutti ha rappresentato un ciclo vincente e irripetibile al Camp Nou. Ma è possibile che un addio riesca a far crollare squadre che sembravano invincibili? Assolutamente sì…

di Redazione Il Posticipo

Adios

E ora, il Barça come farà? Se dovesse andarsene Leo Messi, i blaugrana si ritroverebbero senza il calciatore che più di tutti ha rappresentato un ciclo vincente e irripetibile al Camp Nou. Con la Pulce in rosa, i catalani hanno resistito ad addii importanti, che per qualsiasi altro club sarebbero stati fatali. Prima Puyol, poi Xavi e Iniesta e Neymar, tutti campioni di prim’ordine, ma di cui Messi è riuscito a non far sentire la mancanza. L’impressione però è che senza di lui, il castello verrebbe giù e anche con una certa rapidità. Ma è possibile che un addio riesca a far crollare con tanta velocità squadre che sembravano delle corazzate invincibili? Assolutamente sì, lo dimostra la storia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy