calcio

Genio e sregolatezza: Morfeo e gli altri, quelli che se avessero avuto la testa giusta…

Mimmo Morfeo. Uno che negli anni Novanta, quando gli andava di giocare, era in grado di illuminare uno stadio intero, ma che si accendeva di rado. Ecco una carrellata di talenti forse non del tutto sprecati, ma di certo non sfruttati in pieno.

Redazione Il Posticipo

NEWCASTLE - NOVEMBER 27:  Domenico Morfeo of Inter turns away after scoring the opening goal during the Champions League, second phase group A, match between Newcastle United and Internazionale Milan at St James' Park on November 27, 2002 in Newcastle, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images).

Atalanta-Fiorentina è la partita di...Mimmo Morfeo. Uno che negli anni Novanta, quando gli andava di giocare, era in grado di illuminare uno stadio intero. Sia la Dea che la Viola (oltre che l'Inter) hanno avuto la possibilità di conoscere bene il suo talento, ma anche le troppe pause che lo hanno reso uno dei grandi incompiuti del calcio italiano. E la domanda non può che venire spontanea. Cosa sarebbe successo se avesse messo la testa a posto? Nel dubbio, Morfeo non è certo l'unico ad aver pagato pegno alla mancanza di impegno o all'indisciplina. Anzi, è in ottima e numerosa compagnia...