calcio

Gemme nascoste, talenti sfortunati e qualche flop memorabile: Bentancur e gli uruguaiani bianconeri

Redazione Il Posticipo

Se si parla di Uruguay bianconero, non si può che pensare a "Pigna" Montero. Il centrale viene acquistato senza troppa fanfara nel 1996 dall'Atalanta e, nonostante un carattere in campo non proprio raccomandabile, diventa immediatamente un punto fermo della Juventus di Lippi. La sua storia d'amore con la Signora è lunga e vincente: dieci trofei, con quattro campionati italiani (più uno revocato) e una coppa intercontinentale. Oltre a 277 presenze, 6 reti e...8 cartellini rossi.