calcio

Furti, risse, la pipì in campo e una buona parola per tutti: Jens Lehmann, il…numero uno dei portieri folli

Si sa, i portieri sono tutti un po' strani ma l'ex milanista è un capitolo a parte: dalle risse in campo, alle scarpe lanciate sulla traversa, sino alla pipì in una notte di Champions. E poi sempre una buona parola per tutti, soprattutto per i...

Redazione Il Posticipo

AUGSBURG, GERMANY - FEBRUARY 15: Jens Lehmann, assistent coach of Augsburg looks on prior to the Bundesliga match between FC Augsburg and FC Bayern Muenchen at WWK-Arena on February 15, 2019 in Augsburg, Germany. (Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)
AUGSBURG, GERMANY - FEBRUARY 15: Jens Lehmann, assistent coach of Augsburg looks on prior to the Bundesliga match between FC Augsburg and FC Bayern Muenchen at WWK-Arena on February 15, 2019 in Augsburg, Germany. (Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)

Jens Lehmann parla ed è subito polemica. L'ex portiere del Milan giudica i colleghi italiani e non sono dichiarazioni positive. Donnarumma? Azzardato aumentargli l'ingaggio. Buffon? Neuer è due categorie superiore a lui. Insomma, una buona parola per tutti. Innegabile che l'ex estremo difensore sia un personaggio particolare. I portieri, si sa, sono un po’ matti. Lui, però, li batte quasi tutti. Pochi calciatori hanno un curriculum così...variopinto. Risse in campo, prodezze e papere, sino alla storica pipì in campo. Ambasciatore per gli aiuti umanitari per combattere la fame del mondo, pittore, ma anche attore. Lehmann ha vissuto a pieno la sua vita dentro e fuori dal campo. Non a caso, cimentandosi anche da scrittore, ha completato la propria autobiografia. Der wahnsinn liegt auf dem platz. La follia scende in campo. Appunto...

Potresti esserti perso