calcio

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato - immagine 1
Sarri e l'Europa League. Impegno che né al Napoli né a Londra né a Roma l'allenatore toscano ha mai digerito troppo...

Redazione Il Posticipo

Follia

—  

 

Se mi piace l'Europa League? È una manifestazione ai limiti della follia, per quanto abbia fascino: giocheremo alle 21.05 di giovedì e giocheremo 60 ore dopo: è una follia, e la Lega non ci aiuta.

Febbraio 2018, il Napoli di Sarri si gioca i sedicesimi di finale di Europa League contro il Lipsia. Ma soprattutto è in corsa per lo scudetto contro la Juventus di Allegri. Normale dunque che le coppe diventino quasi...una scocciatura. E quindi prima del match parte l'attacco. Novembre 2022, Sarri ce l'ha più con la UEFA o con la Lega Calcio o quella olandese. Passano gli anni ma questa competizione fatica davvero a digerirla.

Complicata

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato- immagine 2
—  

Per una squadra inglese l’Europa League è una competizione molto complicata. In Italia se giocavamo in Grecia di giovedì potevamo chiedere di rigiocare lunedì nel monday night.

Sarri prima della esperienza in Premier si è spesso lamentato della gestione del campionato da parte della Lega. Oltremanica bastano i primi turni con il Chelsea per capire che tutto il mondo è paese. Anzi, per rivalutare l'Italia, nonostante le parole spese qualche mese prima. Settembre 2018, il Chelsea ha il match di Europa League contro il PAOK il 20 e il derby con il West Ham il 23.

Vittorie

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato- immagine 3
—  

È la mia ventesima partita di Europa League e ne ho vinte sedici, puoi vincere ma non basta per arrivare in fondo...

E dire che in fondo i numeri di Sarri in Europa League sono più che positivi. Si tratta pur sempre dell'ultimo allenatore italiano ad averla vinta. Eppure qualche anno fa era comunque.  Le parole risalgono alla sfida contro la Dinamo Kiev. Nella stagione 2015/16 gli azzurri passano a punteggio pieno il girone, ma poi cadono ai sedicesimi contro il Villarreal con l'unica sconfitta subita...

Turnover

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato- immagine 4
—  

Tutte le squadre che sono in alto in classifica in campionato fanno il turnover in Europa League, che è una competizione molto invasiva.

Il grande problema dell'Europa League per Sarri è uno solo; il turnover. Un qualcosa che al tecnico toscano non è che piaccia molto, ma che una competizione del genere costringe quasi a fare. E quindi ogni volta che viene criticato per le scelte in campo europeo, la risposta è sempre la stessa: è più importante il campionato. E invece proprio l'Europa League sinora è l'unico trofeo internazionale in bacheca.

Obiettivo

Frasi storiche – Sarri e l’Europa League, un rapporto complicato- immagine 5
—  

Vogliamo conquistare l’Europa League e lavoreremo al massimo per raggiungere questo obiettivo.

Sarri e l'Europa League è dunque un rapporto complicato. Sebbene la carriera di Sarri sia costellata di attacchi all'Europa League, un impegno che né al Napoli né a Londra l'allenatore toscano ha mai digerito troppo, negli ultimo mesi al Chelsea, quando ha intravisto la possibilità di vincerla come "salvagente" della stagione, ha iniziato ad apprezzarla.