Frasi storiche – Roby Baggio, un dolore lungo 25 anni: “Ancora oggi non dormo bene per quell’errore…”

Frasi storiche – Roby Baggio, un dolore lungo 25 anni: “Ancora oggi non dormo bene per quell’errore…”

Venticinque anni fa, tutta l’Italia era davanti alla TV Finale dei Mondiali, Azzurri contro il Brasile. L’eroe triste di quel giorno è Roby Baggio, che a distanza di un quarto di secolo spiega che quell’errore dal dischetto ancora lo perseguita. Una frase che, assieme a tante altre, racconta la sua storia…

di Redazione Il Posticipo

Quel maledetto rigore

Roberto Baggio rigore

Ancora oggi non dormo bene per quell’errore…

17 luglio 1994. Venticinque anni fa, tutta l’Italia era davanti alla TV Finale dei Mondiali, Azzurri contro il Brasile. Un match brutto, giocato in un caldo inumano, che termina ai calci di rigore. L’Italia si affida alle sue due colonne. Franco Baresi, rientrato in tempo record da un infortunio per giocare la finale, e Roby Baggio, il numero 10 che ha trascinato la squadra a Pasadena. Il capitano sbaglia, così anche Massaro. Tutto è nei piedi del Divin Codino. Se sbaglia il quinto rigore è finita. “Tiralo forte, tiralo forte. Se lo sbaglio? M’ammazzo…“, racconterà di aver pensato. Rincorsa, tiro. Palla in cielo e lacrime. Che non smettono di scendere neanche a distanza di un quarto di secolo. Come ha spiegato il mese scorso, ancora oggi quel rigore è un incubo ricorrente. Una frase che, assieme a tante altre, racconta la storia di un eroe di nome Roby Baggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy