calcio

Frasi storiche – Ribery, 38 anni fra dolore, delusioni e forza: “Sono orgoglioso della mia cicatrice, mi ha forgiato…”

Il francese ha una storia molto particolare e la racconta spesso, con la sincerità che lo ha sempre contraddistinto. E che negli anni gli ha fatto fare dichiarazioni a volte particolari, altre polemiche, ma mai banali.

Redazione Il Posticipo

MUNICH, GERMANY - MAY 28: Franck Ribery poses for a picture with all his trophys won with the FC Bayern Muenchen team during an event at FCB Erlebniswelt on May 28, 2019 in Munich, Germany. at FCB Erlebniswelt on May 28, 2019 in Munich, Germany. (Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)
 FLORENCE, ITALY - JULY 01: Erick Ribery of ACF Fiorentina battles for the ball with Francesco Magnanelli of US Sassuolo during the Serie A match between ACF Fiorentina and US Sassuolo at Stadio Artemio Franchi on July 1, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

"Sono orgoglioso della mia cicatrice. Mi ha dato forza e ha forgiato il mio carattere. Devi essere forte mentalmente, per affrontare le risate degli altri bambini e gli sguardi degli adulti.

Franck Ribery, per molti "Scarface". Il francese, 38 anni oggi festeggiati con la nostalgia di chi è lontano dai propri affetti, ha una storia molto particolare. Che parte da quella cicatrice che lo caratterizza, rendendolo immediatamente riconoscibile. E che lo ha segnato, non solo sul viso ma anche nell'animo. Se il transalpino è diventato quel che è, lo deve anche all'incidente che gli ha rovinato il volto quando era piccolissimo. Lo ammette molto tranquillamente, con la sincerità che lo ha sempre contraddistinto. E che negli anni gli ha fatto fare dichiarazioni a volte particolari, ma mai banali.

Potresti esserti perso