Frasi storiche – Mazzoleni e gli altri, quando l’avversario è la malattia

Frasi storiche – Mazzoleni e gli altri, quando l’avversario è la malattia

Chi vive il calcio è spesso un idolo delle folle e come tali è percepito come invincibile, immune persino alle malattie. Per questo dichiarazioni come quella di Mazzoleni, che ha raccontato di quando ha continuato ad arbitrare nonostante il cancro, servono a ricordare a tutti che si ha pur sempre a che fare con degli uomini.

di Redazione Il Posticipo

A TERRA

mazzoleni

Nel 2012 ho sconfitto il cancro. In Milan-Juve di Coppa Italia, l’8 febbraio 2012, ero a terra. Mia moglie Daiana mi prese per mano e mi convinse a continuare. Arbitrai Fiorentina-Udinese la domenica prima, il lunedì entrai all’Istituto dei Tumori di Milano per l’operazione e per il mercoledì rifiutai il cambio di designazione…

Chi vive il calcio è spesso un idolo delle folle e come tali è percepito come invincibile, immune persino alle malattie. Per questo dichiarazioni come quella di Mazzoleni, che ha raccontato di quando ha continuato ad arbitrare nonostante il cancro, servono a ricordare a tutti che si ha pur sempre a che fare con degli uomini. Il fischietto, che ha da poco smesso di arbitrare, ha raccontato di come ha affrontato la malattia, un avversario complicato e subdolo. Ma alla fine…gli ha potuto sventolare il cartellino rosso! Come è accaduto a tanti altri protagonisti del mondo del pallone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy