calcio

“Dovemo vince, non dovemo pareggià!”: De Rossi e la nazionale, quindici anni di amore

Redazione Il Posticipo

"Non è niente di speciale, un po' di sano nonnismo che mi faccio da solo. L'ultimo arrivato deve portare i palloni, i conetti, raccogliere le casacche. Qui nessuno mi fa pesare di essere l'ultimo arrivato"

Euro 2020, uno con la leadership come De Rossi serve come il pane nel gruppo di Mancini. Un collante fra la squadra e il tecnico. E lui... si autotassa, calcisticamente parlando. Nel docufilm sogno azzurro parla della sua esperienza. Entrato nello staff in punto di piedi, diviene immediatamente un punto di riferimento per il gruppo. Apprezzatissimo dai calciatori. E... porta anche fortuna. Al suo esordio in una grande competizione, si porta a casa la coppa. L'ultima immagine è il... surf sul tavolo inondato di birra. Per dimenticare l'amarezza dell'ultima da giocatore.