Frasi storiche – “Dovemo vince, non dovemo pareggià!”: De Rossi e la nazionale, quindici anni di amore e di lezioni

Le sue parole più celebri da calciatore della nazionale, Daniele De Rossi non le dice in campo ma dalla panchina, nel match contro la Svezia che sancisce l’addio a Russia 2018. E la preconvocazione di Mancini potrebbe riaccendere un rapporto fatto di 117 presenze e tante frasi passate alla storia…

di Redazione Il Posticipo

Macchia

Quella è una Coppa che non sento mia fino in fondo, anche se ho tirato uno dei rigori della finale

Dire De Rossi è anche dire Germania 2006, nel bene e nel male. Quattro anni dopo la finale di Berlino, in cui il centrocampista realizza uno dei rigori nella finale contro la Francia, c’è ancora una ferita che non guarisce. L’espulsione per la gomitata a McBride resta una macchia indelebile, così grande da non permettere al classe 1983 di godersi un trionfo di cui, comunque, è uno degli artefici. Forse anche per questo il non aver giocato l’edizione del 2018 è stato un brutto colpo. Magari, De Rossi avrebbe voluto conquistare un’altra Coppa. E stavolta, senza giornate di squalifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy