Frasi storiche – “Dovemo vince, non dovemo pareggià!”: De Rossi e la nazionale, quindici anni di amore e di lezioni

Le sue parole più celebri da calciatore della nazionale, Daniele De Rossi non le dice in campo ma dalla panchina, nel match contro la Svezia che sancisce l’addio a Russia 2018. E la preconvocazione di Mancini potrebbe riaccendere un rapporto fatto di 117 presenze e tante frasi passate alla storia…

di Redazione Il Posticipo

Famiglia

La Nazionale l’ho sempre vista come una famiglia e non è insomma che abbia messo un paletto, punto e basta. Se capita, chissà, che l’allenatore si faccia vivo con me, che ritiene che possa servire, che dica che c’è bisogno, allora…

Del resto, qualche mese dopo quella partita, De Rossi lo aveva detto. L’addio alla nazionale non era definitivo, visto che se il CT dovesse avere bisogno di un veterano come lui, il centrocampista non potrà mai dire di no a una convocazione con la maglia azzurra. Che potrebbe arrivare quasi due anni dopo l’ultima, in un periodo di grandi cambiamenti per l’ex capitano della Roma, che ora sta scoprendo un calcio e una vita nuova in Argentina. Ma quando l’Italia chiama, non si può dire di no.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy