Frasi storiche… a sproposito: da Cellino a Lulic, da Tavecchio a Eranio…

Frasi a sproposito. Cellino non è l’unico, nel calcio italiano ma non solo, a finire nella bufera mediatica per aver espresso concetti di dubbio gusto riguardo al colore della pelle.

di Redazione Il Posticipo

LICENZIATO 

“I giocatori di colore, quando si trovano sulla linea difensiva, molto spesso commettono certi errori perché non sono concentrati. Sono potenti fisicamente, ma quando c’è da pensare spesso e volentieri fanno questi errori”.

Qualche giorno fa, Van Basten ha pagato con la sospesione un “Seig Heil” sfuggitogli in diretta. Andata peggio anche a un altro ex milanista. Stefano Eranio, infatti, è stato licenziato, qualche anno fa, dall’emittente svizzera RSI per un commento giudicato poco attinente il giudizio tecnico. L’ex giocatore di Milan e Genoa aveva messo in discussione la concentrazione dei difensori centrali di colore. Immediate, comunque, le scuse dell’opinionista che spiega di essere stato frainteso. “Non era mia intenzione offendere nessuno ma se l’ho fatto è giusto che paghi. Volevo solo dire che la scuola calcistica africana di solito cura poco la tattica ma ci sono state pure eccezioni come Thuram e Desailly”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy