calcio

Forestieri e gli altri “nuovi Maradona”, tra campioni, talenti incompiuti e flop spesso passati in Italia

Ogni singolo calciatore di talento sbocciato in Argentina ha rischiato di sentirsi definire "il nuovo Maradona" dai giornali o dalla TV. Ed è capitato anche al fantasista dell'Udinese Forestieri, oltre che ad altri passati per la Serie A...

Redazione Il Posticipo

GENOA, ITALY - OCTOBER 3: Fernando Forestieri of Udinese (R) celebrates with his team-mate Beto Betuncal after scoring a goal during the Serie A match between UC Sampdoria and Udinese Calcio at Stadio Luigi Ferraris on Ctober 3, 2021 in Genoa, Italy. (Photo by Getty Images)

Per chi è argentino, è nato dopo il 1978 e gioca a calcio, c'è modello non semplice da eguagliare Diego è e sarà sempre Diego, e non c'è neanche bisogno del cognome. Ogni singolo calciatore di talento sbocciato in Argentina ha rischiato di sentirsi definire "il nuovo Maradona" dai giornali o dalla TV. Ed è capitato anche a Fernando Forestieri, che molti anni fa arriva in Italia, al Genoa, con la classica fanfara dell'erede predestinato del Diez. Non andrà così, la carriera del "Topa" lo ha portato in giro per l'Europa senza troppe soddisfazioni. Ora è di nuovo in Serie A e con l'Udinese ha messo a segno il primo gol stagionale, pareggiando il match con la Sampdoria. E Forestieri è solo uno dei tanti connazionali che nel corso degli anni (anzi, dei decenni) sono stati il nuovo Diego. Alcuni sono anche passati per la Serie A. Molti hanno deluso, altri hanno avuto carriere importanti. E solo uno (forse) ha davvero rispettato il paragone.