calcio

Dentro… i secondi: quando promuovere il vice cambia la stagione e riempie la bacheca

Vice allenatori: alcuni di loro amano restare nell'ombra, altri, quando vengono chiamati a dirigere la prima squadra, accettano la sfida a diventare grandi. Come nel caso di Flick, che è arrivato senza far rumore ed entra nella storia.

Redazione Il Posticipo

DOHA, QATAR - FEBRUARY 11: head coach Hans-Dieter Flick of Bayern Muenchen looks on during the finale FIFA Club World Cup Qatar 2020 match between FC Bayern Muenchen and Tigres UANL on February 11, 2021 in Doha, Qatar. (Photo by Gaston Szerman/DeFodi Images/Getty Images)
(Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images)

Quando il rapporto tra il Bayern e Niko Kovac si è concluso a novembre 2019, in Baviera è partito il toto-allenatore. Ma la società tedesca ha preso tempo e ha promosso Hans-Dieter Flick, secondo di Kovac. Mai scelta fu più azzeccata. La squadra tedesca si porta a casa tutto il vincibile. Un risultato straordinario per chi è arrivato senza far rumore, accettando di passare da un ruolo di supporto a quello di protagonista assoluto. E non è la prima volta che accade.

Potresti esserti perso