Dalle stelle alle stalle: Gazza e gli altri, i calciatori che non hanno sconfitto i vizi o che hanno perso tutto

Diversi calciatori sono finiti ai margini, vittime dei vizi. C’è chi, come Gascoigne e Garrincha, non ha saputo dribblare i propri demoni e chi invece non ha saputo gestire l’immensa fortuna…

di Redazione Il Posticipo

ALCOL E GIOCO

gascoigne

Calciatori finiti ai margini. Come sperperare talento e fortuna. E c’è chi in quanto a vizi non si è fatto mancare niente. Di Paul Gascoigne è noto l’abuso di sostanze alcoliche, ma nei primi anni del nuovo millennio al gusto di alzare il gomito Gazza aggiunge anche quello del gioco. Si narra di serate passate a perdere centinaia di migliaia di sterline al tavolo da blackjack, che costringono l’inglese a sborsare cifre ingenti e a rischiare più volte la bancarotta. Ma il problema maggiore resta la bottiglia. Qualche mese fa l’inglese racconta di un intervento per inserirgli del pellet nello stomaco per farlo smettere di bere. Non funziona, al punto che ha infranto il lockdown per andarsene in un bar clandestino. In quanto a vizi dannosi, Gazza non è stato il primo, non sarà purtroppo l’ultimo. Ed è in triste compagnia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy