calcio

Dall’Atalanta alla Juventus: tra leggende, gregari e meteore

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Sfortunata l'esperienza di Mattia Caldara. Il difensore è cresciuto calcisticamente nell'Atalanta con cui è esploso nel biennio 2016-18 facendo drizzare le orecchie alla Juve, che lo ha acquistato nel gennaio 2017 per 15 milioni di euro lasciandolo in prestito a Bergamo anche per la stagione successiva. Nell'estate 2018 Caldara si è aggregato alla Juve, ma dopo un paio di settimane è finito al Milan a titolo definitivo nello scambio di cartellini con Leonardo Bonucci. Da allora ad Caldara non ha quasi mai visto il campo: la rottura del legamento crociato anteriore ha mandato il difensore al tappeto. Ora prova a rilanciarsi a Bergamo, ma finora ha giocato pochissimo e dovrebbe tornare al Milan.