calcio

Daka e i suoi fratelli: i figli della Red Bull, calciatori che…hanno messo le ali

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

Nel 2011 la Red Bull punta su Rangnick per sviluppare sul mercato e sullo scouting sia il Salisburgo che il Lipsia. E i risultati non tardano ad arrivare. Nel 2012 in Austria viene acquistato per quattro milioni un ragazzo senegalese del Metz. Velocità impressionante, tecnica da sgrezzare e voglia di crescere. SadioManè è cresciuto eccome, finendo prima al Southampton per 23 milioni di euro e poi al Liverpool, anche lui per circa 41 milioni. E Klopp, anche in questo caso, ringrazia.