Thiago Motta lascia la Primavera del PSG: e il suo 2-7-2? In soffitta. Ma quanti altri allenatori danno i numeri…

Thiago Motta lascia la Primavera del PSG: e il suo 2-7-2? In soffitta. Ma quanti altri allenatori danno i numeri…

Moduli come se piovesse, perché ciascun allenatore la vede a modo suo: l’ex nerazzurro lascia la Primavera del PSG, ma resta con l’obiettivo di portare qualcosa di nuovo. Quanti prima di lui si sono divertiti a stravolgere le “regole” del gioco?

di Redazione Il Posticipo

2-7-2

(Photo by Erwin Spek/Soccrates/Getty Images)

Thiago Motta allenatore? L’ultimo degli sperimentatori! L’ex centrocampista dell’Inter, che ha appeso gli scarpini al chiodo la scorsa estate, ha già accantonato le sue teorie rivoluzionarie. Era il “padre” del 2-7-2, roba da far impallidire il 5-5-5 di Oronzo Cana. No non si gioca in dodici… “Per me la squadra si può leggere anche partendo dalla fascia destra arrivando alla sinistra: che ne dice se giochiamo con il 2-7-2? Non siamo in 12, perché io conto il portiere in quei 7 in mezzo al campo. Per me l’attaccante è il primo difensore e il portiere il primo attaccante”. In attesa di perfezionare la sua tesi,  l’italo-brasiliano che ha appena lasciato il proprio ruolo da allenatore del PSG  per dedicarsi a ulteriori corsi d’aggiornamento. Ma non è certo il primo con certi grilli per la testa…e che dà i numeri!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy