calcio

Da Mathieu a…Khedira, quando nel Clasico brillano i comprimari

Notti di gala decise da invitati poco nobili. Quando il Clasico regala sorprese e marcatori inaspettati. “Cenerentoli” del calcio principi per una notte. Anche nel match in Arabia Saudita andrà così?

Redazione Il Posticipo

Da Mathieu a…Khedira, quando nel Clasico brillano i comprimari- immagine 2

Un “Clasico” da dentro o fuori: senza Ronaldo da parecchi anni, adesso anche senza Messi, chi si prenderà il proscenio di Real-Barcellona, finale di Supercoppa di Spagna? Benzema e Lewandowski, verrebbe spontaneo dire. Ma la partita è così particolare che può esserci spazio per qualche marcatore a sorpresa: uno da “chi se lo aspettava?”. Del resto non sarebbe la prima volta. Tra gli uomini che deciono il Clasico spunta anche Khedira. Il centrocampista ex Juventus ha sempre avuto una discreta confidenza con il gol, ma in una sfida stellare non è poi così lecito attendersi il suo nome fra i marcatori di Real-Barça. Invece mette a segno una rete nel clasico del 2012, approfittando di un regalo della difesa catalana. Rete fra l’altro decisiva per l’1-2 finale.