Da Berlino alla Serie A… quanto è difficile allenare

Da Berlino alla Serie A… quanto è difficile allenare

L’anniversario della caduta del Muro è per Grosso, uno degli eroi di Berlino, una giornata da dimenticare. E che conferma quanto sia difficile, per gli eroi del 2006, passare dal campo alla panchina. Ecco come hanno esordito gli altri. E che fine hanno fatto…

di Redazione Il Posticipo

FERRARA

lippi_ferrara_nazionale

Ferrara, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, ha cominciato come collaboratore tecnico della nazionale italiana vivendo l’esperienza Mondiale del 2006, per poi assumere per in corsa la guida bianconera di una Juventus ancora convalescente. Esordisce sulla panchina bianconera il 24 maggio con vittoria per 0-3 a Siena, e conquista la qualificazione diretta alla Champions League. Anche il 2009/10 inizia nel migliore dei modi:  quattro vittorie consecutive in campionato, ma presto il giocattolo si rompe. La Juve inanella una spirale negativa di risultati e il 29 gennaio 2010, dopo l’eliminazione in Coppa Italia per mano dell’Inter, che aveva pur battuto in campionato, lascia la panchina bianconera. Non va meglio a Genova e poi all’estero. Oggi è un apprezzato commentatore televisivo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy