calcio

Conte e i suoi sfoghi storici: fra Spurs, Inter, Juve, Capello, Mourinho e Galliani…non si salva nessuno

Lo sfogo dell'allenatore dopo la partita contro il Burnley mette di nuovo al centro della scena il tecnico leccese. Che però è abituato. Del resto, Conte è evidentemente uno a cui piace vincere. Ma se le sue frasi generano spesso polemiche…

Redazione Il Posticipo

"È giusto fare delle valutazioni da parte del club e da parte mia. La situazione sta peggiorando, sono troppo onesto per chiudere gli occhi e continuare così. Dobbiamo parlare col club e trovare la migliore soluzione per aiutare il club".

La luna di miele tra Conte e il Tottenham è già finita, ammesso che sia mai iniziata. La sconfitta contro il Burnley corona un periodo pessimo per gli Spurs e porta il tecnico a parlare, come sempre, molto chiaramente. Il mercato di gennaio non è stato quello che si aspettava e i giocatori non rendono come dovrebbero. Quanto basta per far infuriare l’allenatore leccese, anche se poi sono arrivate le scuse. Ma si tratta dell'ennesimo sfogo che mette di nuovo al centro della scena il tecnico. Che però è abituato. Del resto, Conte è evidentemente uno a cui piace vincere. Ma se le sue frasi generano spesso polemiche.